Di seguito i miei consigli su come preparare lo zaino per i lunghi percorsi e cammini.

Lo zaino tecnicamente non deve superare il 10% del proprio peso e comunque sia va portato solo il necessario. Meglio se ventilato sulla schiena per impedire che sudi molto. Impara che trekker e pellegrini che fanno percorsi su lunghe distanze ragionano in funzione di grammi e chilometri. Porta con te solo quello che usi, non affaticare le spalle, la strada è lunga! Inoltre che sia un percorso di 3/7 o 30 giorni lo zaino è sempre lo stesso. I vestiti a fine giornata si lavano ed il giorno dopo sono già pronti per essere usati. Consiglio a riguardo capi di materiale tecnico perchè si asciugano in fretta e contengono il sudore durante le vostre camminate evitando di farvi bagnare.

Vediamo cosa potete mettere:

  • Un sacco a pelo, meglio se compatto
  • 2 magliette di tessuto tecnico a maniche corte. Le magliette di cotone col sudore si bagnano subito e non è il massimo per una camminata di tanti km. Inoltre quando le laverete si asciugheranno subito.
  • 2 pantaloncini corti (uno con zip e gambe rimovibili), meglio se anche questi siano di tessuto tecnico, e un pantalone lungo.
  • Una maglia di pile, isola dal freddo e non avrete problemi quando le temperature sono più basse. Può capitare che il clima cambi durante la giornata soprattutto dalla mattina al pomeriggio.
  • Una felpa per il tempo in cui non cammini
  • 3 mutande e un reggiseno (se sei donna)
  • Telo in microfibra per la doccia.
  • Calzini tecnici. Sottolineo tecnici. Aiutano a prevenire le vesciche e contengono il piede.
  • Sandali da trekking e ciabatte se volete. Io usavo i sandali al posto delle ciabatte.
  • Ago e filo per bucare le eventuali vesciche, vasellina o burro di karitè per i piedi. Spalmatela prima di dormire e un po anche prima di partire. Anche questo serve per prevenire le vesciche. Qualche benda e cerotti per le eventualità.
  • Sapone di marsiglia per lavarsi e lavare i propri panni, campioncini di shampo, spazzolino e dentifricio. Non portate altro, siete pellegrini!
  • Niente pigiama! Dormite con i vestiti con cui partirete il giorno dopo
  • Un cappello per il sole
  • Una torcia e un K-way
  • Se volete campeggiare piuttosto che dormire nelle strutture, esistono delle tende molto leggere. La mia è una camp monoposto da 1,2 kg ed entra benissimo nello zaino. A questo link sono presentate diverse tende del genere

Consiglio inoltre di dividere i vestiti in sacchetti di plastica con chiusura a pressione, tolgono aria e ottimizzano lo spazio nello zaino. Si trovano in tutti i supermercati. Tutto questo entra benissimo in uno zaino da 20 litri. Giuro! (Al più presto il tutorial!).

zaino

Se sei un uomo non andare oltre il 40 litri. Non vi fasciate la testa dentro i 50, 60, 70 litri o più. Deve essere un viaggio piacevole e più leggero possibile per il nostro benessere. Evitate di portare un armadio sulle spalle. Nel peso iniziale considerate che poi aggiungerete almeno 1 litro e mezzo di acqua e il cibo per la giornata. Ciò che non avete, se serve, si troverà sulla via.

E quindi pronto lo zaino vi auguro buon cammino, sperando che i miei consigli vi siano stati utili.

Qui la mia recensione sugli scarponcini da trekking.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *