Berlino è una città da vedere assolutamente, almeno una volta nella vita. A parte la sua naturale bellezza ha da offrirti tutto: storia, cultura, divertimento. E’ colorata, anticonformista, moderna, viva ed educata. Le sue strade sono molto grandi e anche quando ci sono tante persone sembra non accorgersene.

Ma Berlino è soprattutto una città segnata dagli eventi ed ogni angolo ne parla e mostra le sue cicatrici. Dalla seconda guerra mondiale alla caduta del muro, nulla si nasconde per non dimenticare. Le ferite sono fresche, trent’anni dalla riunificazione di Berlino est e ovest del resto sono ancora molto pochi. Famiglie, amici e amori sono stati allontanati per troppi anni ed in quella che già poteva considerarsi la nostra era moderna.

Una città violentata ma con tutto il mio stupore di una dignità e di un silenzio che non ho trovato altrove. Non si può parlare con i berlinesi della sua storia con superficialità, nessuno, ed a ragione, vuole instaurare un dialogo banale. Rispetto per questo popolo è la regola di buonsenso appena si entra a casa loro.

Cosa vedere

Berlino è un museo a cielo aperto:

  • East Side Gallery è quel che resta del muro ed è ricoperto da murales per 1,3 km
  • Il Memoriale dell’Olocausto è il monumento commemorativo agli ebrei d’Europa vittime della guerra. Si tratta di numerosi blocchi rettangolari, passarci in mezzo è come stare in un labirinto.
  • Checkpoint Charlie, il simbolo della guerra fredda, rappresentava il punto in cui chiunque ne fosse autorizzato poteva passare dalla zona est alla zona ovest; famosissimo è il cartello “state lasciando il settore americano”.
  • Il Memoriale alle vittime uccise per aver cercato di passare oltre il muro.
  • L’isola dei musei dove sono raggruppati i più bei musei della città.
  • Da vedere sicuramente anche il Reichstag, il Parlamento Federale Tedesco
  • Il Tiergarten, il meraviglioso parco, uno dei più grandi al mondo, con ciclabile, giardini, il lago e una natura molto rigogliosa.
  • La porta di Branderburgo, l’unico esemplare sopravvissuto della cinta muraria; rappresentava la via d’ingresso in città.
  • Lo zoo merita sicuramente una visita.
  • Ovviamente Alexanderplatz, con l’altissima Torre della Televisione come sfondo nella quale poter salire per vedere la città dall’alto. La piazza è bellissima, ampia, un concentrato di artisti di strada, turisti, negozi e tutti i tipi di ristoranti che volete. Se siete fortunati potreste assistere a concerti improvvisati dagli artisti.
  • E se avete tempo andate a visitare il campo di concentramento di Sachesenhausen, a circa 60 km da Berlino: sarà un’esperienza che vi entrerà dentro e non dimenticherete mai.

Soprattutto ricordatevi di rispettare le regole di convivenza: non attraversate col rosso, non passeggiate sulle piste ciclabili, non occupate la sinistra sulle scale mobili, non prendete i mezzi pubblici senza biglietto. Per ognuna di queste cose che farete, sarete multati, e di non poco. Per il resto osservate, amate questa città e capitela. Quando andate via, ritornateci.

  • berlino
  • berlino
  • berlino
  • berlino
  • muro di berlino
  • berlino
  • muro di berlino

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *